Ristampe

Pubblicato il marzo 28th, 2017 | by Roberto Paravani

0

Paul McCartney – Flowers In The Dirt (2017/1989)

Tracklist
CD 1
1. My Brave Face
2. Rough Ride
3. You Want Her Too
4. Distractions
5. We Got Married
6. Put It There
7. Figure Of Eight
8. This One
9. Don’t Be Careless Love
10. That Day Is Done
11. How Many People
12. Motor Of Love
13. Où Est Le Soleil?

CD 2
1. The Lovers That Never Were
2. Tommy’s Coming Home
3. Twenty Fine Fingers
4. So Like Candy
5. You Want Her Too
6. That Day Is Done
7. Don’t Be Careless Love
8. My Brave Face
9. Playboy To A Man

Etichetta Capitol Music Group/2 CD

Durata 54’09” + 30’23”

Personell
Paul McCartney (vocals, guitar, bass, piano, synth, drums, tambourine, percussion, celeste, sitar, wine glasses, harmonium, hand claps, finger snaps, Mellotron, flugelhorn, bongos, violin, keyboards, woodsaw) ● Linda McCartney (Mini Moog, backing vocals, hand claps) ● Robbie McIntosh (guitar) ● Hamish Stuart (guitar, bass, percussion, backing vocals) ● Chris Whitten (drums, percussion, hand claps, synth drums) ● Paul “Wix” Wickens (keyboards) ● Elvis Costello (vocals, keyboards) ● David Gilmour (electric guitar on We Got Married) ● David Foster (keyboards) ● Dave Mattacks (drums) ● Guy Barker (trumpet) ● Steve Lipson (computer & drum programming, guitar, bass, keyboards) ● Peter Henderson (computer programming) ● Trevor Horn (keyboards, hand claps) ● Nicky Hopkins (piano) ● Mitchell Froom (keyboards) ● David Rhodes (EBow guitar) ● Judd Lander (harmonica) ● Chris Davis (saxophone) ● Chris White (saxophone) ● Dave Bishop (saxophone) ● John Taylor (cornet) ● Tony Goddard (cornet) ● Ian Peters (euphonium) ● Ian Harper (tenor horn) ● Jah Bunny (tongue styley) ● Eddie Klien (additional computer programming)

A fine anni ’80 la carriera di Paul McCartney langue, visto che gli ultimi dischi usciti non hanno riscosso particolari risultati in termini di vendite ne consensi da parte della critica. Per l’album della rinascita Paul decide di fare le cose in grande e di affidarsi ad uno esercito di produttori, da Trevor Horn fino a Phil Ramone. Decide inoltre di scrivere delle canzoni insieme ad un’altra enorme personalità del pop inglese, Elvis Costello. La partnership risulta particolarmente azzeccata e partorisce ben quattro pezzi che alla fine risulteranno tra i migliori di un album ispirato e, per una volta, parco di riempitivi. Trascinato da un singolo assassino – la beatlesiana My Brave Face – l’album schizza immediatamente in testa alla classifica inglese, ottenendo ovunque ottimi riscontri commerciali. E questa volta il lavoro piace anche alla critica, diventando immediatamente uno dei punti più alti nella sterminata quanto altalenante discografia del baronetto.

Questa fresca ristampa denominata “Deluxe edition”, oltre alle tracce originali rimasterizzate per l’occasione negli Abbey Road Studios di Londra, offre un ulteriore CD di inediti. Ormai ci siamo rassegnati a trovare nelle ristampe materiale d’archivio spesso marginale, ma questa volta non è così: trattasi infatti proprio dei demo originariamente composti e registrati con Elvis Costello. Oltre ai quattro pezzi presenti nel disco (My Brave Face, You Want Her Too, Don’t Be Careless Love e That Day is Done), ci sono infatti The Lovers That Never Were, finita nel successivo OFF THE GROUND, Playboy to a Man e So Like Candy, incluse in MIGHTY LIKE A ROSE di Costello, più due pezzi mai pubblicati ufficialmente: Twenty Fine Fingers e Tommy’s Coming Home. Le canzoni sono suonate generalmente con due chitarre e sprigionano freschezza, gioia totale, voglia di divertimento: sembra di ascoltare due ragazzini il primo giorno di vacanza estiva; un entusiasmo che non può non riportare alla mente le prime esperienze con John Lennon di quasi trenta anni prima. Canzoni interpretate con una irresistibile immediatezza che purtroppo svanirà in parte nel processo produttivo molto (troppo?) artefatto del disco.

A titolo di cronaca, va ricordato che questa ristampa è disponibile anche in doppio vinile e in una ancora più vasta e costosa “Super deluxe edition” con un ulteriore CD di demo, un codice per scaricare altre rarità e un DVD con i video-clip estratti dall’album ed un documentario.

Tags: ,


Articolo a cura di



Lascia un commento